Home » EUROPA » Berlino con vista – I migliori punti panoramici della città

Berlino con vista – I migliori punti panoramici della città

Berlino con vista – I migliori punti panoramici della città

I ricordi – ancora evidenti – di quella che è stata in passato la Berlino divisa, siedono oggi – fortunatamente – fianco a fianco con il suo rinnovato presente di città unita. Conosciuta in tutto il mondo per la stravaganza e tolleranza che la contraddistinguono e per la cultura alternativa all’avanguardia, il punto di forza della capitale tedesca  è stato quello di sapersi reinventare negli anni, allentando gradualmente il legame con  una storia decisamente oppressiva che l’ha segnata per lungo tempo.

Il mondo dunque è oggi curioso di andare a vedere che cosa succede in città – testimone la crescente affluenza di stranieri che li si recano in visita per qualche giorno o che  li si trasferiscono per rimanerci, gli italiani tra i primi della lista.

Una volta arrivati a Berlino allora, cosa ne dite di cominciare col salire in alto per godere delle migliori viste panoramiche della città? Ecco una lista di alcuni punti da cui è possibile farlo:

1. TORRE DELLA TELEVISIONE (FERNSEHTURM)

Torre della Televisione (Fernsehturm)

Torre della Televisione (Fernsehturm)

La torre della televisione è l’edificio più alto di Berlino. Visibile da tutti i distretti centrali della città, la ragione della sua costruzione scaturì dal fatto che l’allora Berlino dell’Est non possedeva ancora una propria torre della televisione, presente invece a Berlino Ovest. Molti progetti furono proposti, la maggior parte dei quali calcavano lo stile architettonico sovietico, fino a che nel 1965 vennero cominciati i lavori di costruzione che proseguirono fino al 1969.

Il design, originale e snello, ricorda il fascino della tecnologia degli anni sessanta, con evidenti richiami alla stagione dei viaggi spaziali. Walter Ulbricht, l’allora leader della RDT (Repubblica Democratica Tedesca), stabilì l’altezza della torre a 365 metri, come il numero dei giorni dell’anno, per essere ricordata più facilmente . Solo Mosca oggi, in Europa, può vantare di avere una torre più alta.

Con un ascensore potrete raggiungere la grande sfera d’argento dove, ad un altezza di 203 metri si trova la piattaforma panoramica da cui potrete godere di viste magnifiche. Il prezzo di 13 euro è tuttavia un po’ eccessivo.

Per maggiori informazioni visitate il sito http://tv-turm.de/

2. PARK INN HOTEL

Park Inn Hotel in Alexander Platz

Park Inn Hotel in Alexander Platz

Volendo risparmiare 10 euro e rimanendo a due passi dalla torre della televisione, un’opzione valida è quella di salire sulla terrazza panoramica dell’hotel Park Inn, ad un’altezza di 125 metri.

Costruito alla fine degli anni ’60, trattasi dell’altro simbolo di Alexander Platz, l’unico punto dal quale vi ritroverete faccia a faccia con la torre della televisione che vi sembrerà di poter toccare con un dito.

3. WEEKEND CLUB

Weekend Club Berlin

Weekend Club Berlin

Uno dei club più importanti di Berlino ma frequentato per lo più da turisti, offre una terrazza panoramica – aperta solo in estate dalle 19.00 – da cui potrete ammirare lo skyline della città, sempre in Alexander Platz.

4. DUOMO DI BERLINO (BERLINER DOM)

Duomo di Berlino (Berliner Dom)

Duomo di Berlino (Berliner Dom)

Su ordine dell’imperatore Guglielmo II, J. Raschdorff progettò e costruì questa cattedrale tra il 1894 e il 1905. L’imperatore desiderava una chiesa principale che rappresentasse il protestantesimo prussiano a Berlino. Nella cripta sono custoditi 95 sarcofagi della famiglia reale, gli Hohenzollern. Durante la Seconda Guerra Mondiale la cattedrale subì gravissimi danni e il restauro terminò solamente nel 1993. L’ingresso purtroppo non è gratuito ma l’eccezionale vista dalla cupola vale sicuramente la spesa.

5. PARLAMENTO (REICHSTAG)

Cupola della Nazione di Normann Foster

Cupola della Nazione di Normann Foster

Dicono che la “Cupola della Nazione” abbia portato luce nel Parlamento. Il curioso percorso al suo interno consiste in due rampe a spirale, salendo le quali Berlino  si mostra in tutte le sue facce: dalla Porta di Brandeburgo alla Potsdamer Platz, dalla Colonna della Vittoria alla Chiesa della Commemorazione.

Al centro della cupola vi è il “Light Sculptor”, un tronco di cono che, largo 2,5 m alla base inferiore e 16 m alla base superiore, perfora il soffitto della Sala Plenaria e si estende verso l’alto fino a raggiungere la sommità della cupola. Il “Light Sculptor”, grazie ai 360 specchi di cui è rivestito, indirizza la luce verso la sala delle assemblee plenarie impedendo tuttavia la penetrazione di calore e di luce solare diretta. Di notte, il processo è invertito e la luce artificiale nella Sala Plenaria è riflessa esternamente, illuminando la cupola, come una lanterna, in modo che i Berlinesi sappiano quando il Bundestag è riunito.

Per garantirsi l’accesso alla Cupola della Nazione sarebbe meglio prenotare online sul sito http://www.bundestag.de/anche se ultimamente hanno aperto la possibilità di entrare anche ai visitatori last-minute che dovranno tuttavia fare la coda.

6. COLONNA DELLA VITTORIA (SIEGESSÄULE)

Colonna della Vittoria (Siegessäule)

Colonna della Vittoria (Siegessäule)

All’interno del Tiergarten, nel mezzo della rotonda conosciuta come Großer Stern, la colonna della vittoria simboleggia le vittorie della Prussia contro la Danimarca, l’Austria e la Francia. Il monumento non nasconde le sue radici belliche e militari: sono infatti ben visibili alcune canne di cannone dorate sul fusto della colonna, sulla cima del quale si trova, non a caso, l’immagine della Dea della Vittoria.

Da una scala a chiocciola di 285 gradini, si può raggiungere la piattaforma panoramica dalla quale si riesce a vedere tutta la città di Berlino.

7. TORRE KOLLHOF

Torre Kollhof a Postdamer Platz

Torre Kollhof a Postdamer Platz

In mattonelle scure e alto 103 metri, il grattacielo progettato da Hans Kollhof, interamente occupato da uffici, offre la possibilità di accedere al Panoramapunkt per godere di viste spettacolari. Il viaggio nell’ascensore più veloce d’Europa dura solo 20 secondi e trasporta il visitatore al miglior punto panoramico di Potsdamer Platz.

Già prima della Seconda Guerra Mondiale, Potsdamer Platz era una delle piazze più animate d’Europa, ma in seguito alla guerra fu ridotta in rovine. Quando nel 1961 venne costruito il Muro di Berlino, la piazza rimase per 40 anni un luogo vacante nel centro della città. Solo negli anni ’90, dopo la riunificazione tedesca, essa divenne il più grande cantiere d’Europa. Nell’arco di pochi anni, è sorto qui un nuovo quartiere cittadino, caratterizzato da numerosi grattacieli e dal Sony Center.

Fu il famoso vulcano Fujiyama in Giappone ad ispirare il progetto del Sony Centre, oggi simbolo della nuova Berlino. L’imponente cupola fu la realizzazione del coraggioso progetto di Helmut Jahn e costituisce oggi un’ importante attrazione turistica.

Tags :
Previous post link
Next post link

About Sonia Sgarella

Viaggiatrice. Determinata a far conoscere il mondo agli altri con passione ed entusiasmo, dedicando impegno, ricerca e studio ai luoghi che più ama.

Lascia un Commento

Your email address will not be published.

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

Scroll To Top