Home » EUROPA » Milano l’ambiziosa

Milano l’ambiziosa

Milano l’ambiziosa

Londra, Berlino, New York, ma dove mi trovo? Stavo camminando per le strade di una città vecchia, deturpata, bigotta e provinciale quando all’improvviso mi ritrovo come catapultata altrove. Sono forse a Ground Zero? E’ la fine del mondo? No, non c’è stato nessun attacco terroristico qua, sono ancora in Italia, in uno dei cuori del capoluogo meneghino e questa non è la fine, bensì l’inizio. L’inizio dello sviluppo di una  grande città che ha deciso di dichiarare al mondo intero la sua ambizione: eccellere, non solo in ambito italiano ma internazionale.

Sono a Porta Nuova, nella Milano che rinasce e che, riqualificando i quartieri Garibaldi, Isola e Varesine vuole costruire un luogo omogeneo ed armonioso dove le eccellenze possano incontrarsi, un luogo che finalmente risani quella ferita che per troppi anni ha impedito lo sviluppo urbano di una zona centralissima di Milano, da sempre pensata per ospitare il Centro Direzionale della città. Soltanto nel 2004 si è però arrivati all’approvazione del progetto “Porta Nuova” che, impiegando i migliori architetti a livello mondiale, darà a Milano l’opportunità di competere con le più evolute capitali d’Europa.

Dal 2007 sono infatti in corso i lavori di costruzione dell’innovativo skyline, composto di spazi commerciali, espositivi, istituzionali e residenziali, a cui si accompagneranno ampie aree verdi tra cui i Giardini di Porta Nuova (100.000 ) e il cosiddetto Bosco Verticale: due torri residenziali di 111 e 78 metri (vedi foto) la cui peculiarità sarà la presenza di oltre 900 specie arboree (550 alberi nella prima torre e 350 nella seconda, circa) sugli 8 900 m² di terrazze.

Nell’area Porta Nuova sono stati applicati i più avanzati criteri di sostenibilità ambientale. Tutti gli edifici sono stati sottoposti alle valutazioni di uno tra i più prestigiosi sistemi di certificazione ambientale, LEED (Leadership in Energy and Environmental Design), con l’obiettivo di introdurre un modello innovativo che possa progressivamente consolidarsi e diffondersi nella realizzazione di progetti immobiliari italiani.

 

“Ciò che si vede nei primi dieci metri, mentre si cammina, determina la percezione della qualità di un luogo. Gli spazi che si attraversano, a piedi o in bicicletta, influenzano gli stati d’animo delle persone. Per questo la progettazione punta a ricomporre quell’unità e quell’armonia ambientale, che possono sollecitare la percezione positiva dei luoghi e degli spazi in cui si vive e si lavora”.

Milano cambia, Milano guarda oltre, Milano rinasce e  il Duomo sembra osservare perplesso le costruzioni che sfidano l’altezza di quello che comunque rimarrà per sempre il simbolo storico della città: la Madonnina.

Per maggiori info sul progetto Porta Nuova guardate questo video .

 

 

 

Tags :
Previous post link
Next post link

About Sonia Sgarella

Viaggiatrice. Determinata a far conoscere il mondo agli altri con passione ed entusiasmo, dedicando impegno, ricerca e studio ai luoghi che più ama.

Lascia un Commento

Your email address will not be published.

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

Scroll To Top